Post mortem nihil est

Giunti alla fine del loro lungo ciclo vitale 
Stanno morendo i maestosi gelsi del viale 
Quando erano solo giovani fronzuti alberelli 
Videro principesche carrozze ferme ai cancelli 
Ora attendono la sega del giardiniere comunale