La maga

Gli disse Prima o poi ci ricascherai 
Su queste cose non mi sbaglio mai 
Con questo allegro vaticinio in testa 
Non fu più in grado di godersi una festa 
Finché un accidente secco lo tolse dai guai

Il paradosso

Le scale paradossali sono di Maurits Cornelis Escher 
Mi ero ritrovato fra capo e collo un paradosso 
Che mi aveva lasciato più interdetto che scosso 
Per ritrovare la calma e l’equilibrio mentale 
Ho aperto a caso le pagine di un giornale 
Certo di trovarvi un discorso scontato e banale