Rosso come una brace

Con una lunga mano insanguinata Ad un ramo restava avvinghiata Per contrastare il grosso rapace Crudele e rosso come una brace Che per un piede l’aveva artigliata Il disegno è stato fatto da Margot sulla tovaglia della pizzeria durante il pranzo il primo novembre 2019, catturato con il telefonino e rielaborato con il computer

Pappagallo sogna

Sopra un esile tralcio di vite da vinoC’erano una scimmietta è un pappagallinoIl grosso uccello sognava di mangiareMentre la scimmietta lo stava a guardareMa per entrambi non c’era nulla da pappare Il disegnino è stato fatto da Margot al ristorante in attesa dei piatti

Stupidità

Che gli stupidi siano un numero esageratoÈ un dato accertato e conclamatoNeppure gli stupidi negano l’esistenzaDella loro perniciosa semenzaBenché ne contestino la loro appartenenza

A sedere

Sedere a tavola è la cosa più naturaleper noialtri del mondo occidentaleMa non lo è affatto per gli africaniNé tampoco per giapponesi e indianiA sedere ci sono differenze fra gli umani